Sempre in forma con Tavina Linda e Allegra

Fonte Tavina

Fonte Allegra

Fonte Linda

Fonte Novella

Prev Next
  • 1
  • 2
  • 3
Bottiglia in vetro 0,50 Lt - Naturale
Bottiglia in vetro 0,50 Lt - Frizzante
Bottiglia in vetro 0,75 Lt - Naturale
Bottiglia in vetro 0,75 Lt - Frizzante
Bottiglia in vetro 1 Lt - Naturale
Bottiglia Vetro 1 leggermente frizzante
Bottiglia in vetro 1 Lt - Frizzante
Bottiglia in PET 0,5 Lt - Naturale
Bottiglia in PET 0,5 Lt - Frizzante
Bottiglia in PET 1,5 Lt - Naturale
Bottiglia in PET 1,5 Lt - Frizzante
Bottiglia in PET 2 Lt - Naturale

Fonte Linda

Le caratteristiche salienti dell’acqua minerale Linda riconosciute dal Ministero della Salute con Decreto n. 3543 del 10 marzo 2004 sono:

  • Stimola la digestione;
  • ha effetti diuretici;
  • indicata nelle diete povere di sodio.

Bevuta ai pasti Linda stimola la digestione contribuendo a risolvere alcuni problemi responsabili di digestione lenta e difficoltosa.

L'acqua minerale naturale "Linda" è "oligominerale" in quanto ha un tasso di sali minerali espresso dal residuo fisso inferiore a 500 mg/l.

Il valore di mineralizzazione di Linda è dovuto prevalentemente alla presenza del bicarbonato, di cui l'acqua si arricchisce in modo naturale nel suo percorso sotterraneo e che si rivela assai utile, perchè favorisce la digestione. Il medico igienista dr. Giovanni Parigi ci spiega che: "L'azione digestiva di Linda è legata a due ordini di fattori: la presenza di anidride carbonica e l'equilibrio acido-carbonico-bicarbonati, equilibrio di notevole interesse dal punto di vista biochimico perché fondamentale per l'organismo. Tale equilibrio risulta interessante a partire dalla digestione gastrica ed, in seguito, passando dallo stomaco al duodeno ed al fegato risulta di notevole importanza sulla digestione di questi apparati, introducendo insieme al cibo una sufficiente quantità di bicarbonato di sodio.
La mineralità di Linda rende la stessa capace di passare più rapidamente in circolo attraverso le pareti di tutto il canale gastro-intestinale assorbente. Infine tutte le azioni sulla digestione citate sono relative anche ad una specifica azione zimostenica: azione catalizzatrice degli enzimi della digestione".